Al Kiwanis si parla del Canale Cavour

Era l'anno 1852 quando l'ingegnere Carlo Noè, su incarico del Conte Camillo Benso di Cavour presidente del Consiglio del Regno di Sardegna, progettò l'opera che prende il nome dal Conte di Cavour, su una precedente idea dell'agrimensore vercellese Francesco Rossi.
I lavori iniziarono nel 1863 e terminarono nel 1866, dopo la proclamazione del Regno d'Italia, e questo lasso di tempo risulta significativo se paragonato con le tempistiche odierne circa la realizzazione delle cosiddette grandi opere.
L'intera opera, con il suo sistema di canali all'avanguardia, è gestita attualmente dai Consorzi Est Sesia ed Ovest Sesia; essa riveste un aspetto sicuramente fondamentale se non addirittura preminente in merito allo sviluppo dell'economia del nostro territorio, principalmente e tradizionalmente legato all'agricoltura a cui è rivolto il compito del Canale, cioè quello di irrigare la pianura vercellese, pavese e novarese.
Del Canale Cavour e dei temi ad esso legati si parlerà giovedì prossimo durante la conviviale del Kiwanis Club, presieduto per l'anno sociale in corso del rag. Franco Conti: relatore d'eccezione sarà l'ing. Giampiero Barasolo, socio del club ma soprattutto ingegnere capo dell'Ufficio Tecnico Ovest Sesia dal 1973 al 1987 nonché Direttore dello stesso Consorzio dal 1987 al 1996.

Vittorio Ferraris e il birrificio BSA

Giovedì 11 gennaio il presidente del Kiwanis Club di Vercelli Franco Conti, invitando il sig. Ferraris Vittorio mastro birraio e socio fondatore del Birrificio Sant'Andrea di Vercelli, ha voluto creare una serata alternativa di grande impatto per i soci e gli ospiti presenti.
La famiglia Kiwaniana in questa occasione ha accolto la nuova socia Luisella Torriano e il presidente ha altresì annunciato il raggiungimento di un altro importante obiettivo, quello della raccolta fondi per i bambini emigranti non accompagnati "Happy Child".

Leggi tutto...

Serata degli Auguri

Giovedì 14 dicembre, nella splendida cornice del Circolo Ricreativo di Vercelli in Via G. Ferraris 52, si è svolta la serata degli Auguri del Kiwanis Club di Vercelli.
Presenti il Luogotenente Governatore Alessandro De Faveri, Domenico La Mantia, l'immediato Past President del KC di Casale Monferrato, con una folta rappresentanza di soci sia di Casale che Alessandria.
Ospiti d'eccezione Monsignor Cavallone in rappresentanza del Vescovo di Vercelli, Roberta Tricerri Direttrice delle Scuole Cristiane con il suo eccellente coro di bambini, diretto dall'arcinota soprano Simona Zambruno nonché docente di canto. Numerosi i soci di Vercelli e loro amici e conoscenti.

Leggi tutto...

La Sesia non è un confine

Venerdì 23 novembre presso il Circolo Ricreativo , alla presenza di molti soci e amici, il socio Prof. Giovanni Ferraris ha magistralmente illustrato la sua relazione:
La Sesia e l'Agogna, il giallo dei due fiumi di risaia
Un giallo geologico come viene definito dagli esperti. Il volume " I paesaggi fluviali della Sesia fra storia e archeologia" è stato stampato con i contributi della Società Storica Vercellese e del Dipartimento di Lettere, Filosofia dell'Universita' degli Studi di Bergamo.
Molte le domande rivolte al relatore.
Ringraziamenti e complimenti da parte del Presidente del KC di Vercelli Franco Conti e da parte di tutti i presenti per l'interessante serata.
Anche in questa occasione sono stati raccolti fondi da destinare al service locale.

La Sesia e l’Agogna, il giallo dei due fiumi di risaia

Dodicimila anni fa il fiume Sesia non si è sovrapposto al fiume Agogna che scorre nel Novarese ed è anche essenziale per la risicoltura. Alcune prove di questo "giallo geologico" vengono dai reperti venuti alla luce a causa della siccità della primavera e dell'estate 2017. Inoltre sono comprovati dai resti di un grande ponte romano costruito vicino a Motta dei Conti, sulla rete stradale che Roma allestì per collegare la Valle d'Aosta, il Vercellese orientale, Pavia e Milano città che già stava diventando molto importante. Allora l'area illustrata da una "tabula" dell'impero romano era abitata dalla tribù dei libici o Libui.
Questa realtà di 12000 anni, che tanto ha appassionato gli studiosi di archeologia, non tutti d'accordo, giovedì 23 novembre sarà illustrata dal professor Giovanni Ferraris, presidente emerito della Università di Torino e presidente della Società Storica di Vercelli al Circolo Ricreativo vercellese.

Leggi tutto...

L’urlo per il femminicidio e per lo stalking

Grazia Andriola, operatrice sociale che si occupa in Brianza delle donne abusate, soffermandosi ai troppi casi che in queste settimane si moltiplicano allarmando l'opinione pubblica, per sottolineare quanto sta accadendo esce con questa frase eloquente: "pensando a quello che succede e a cui siamo impotenti, mi viene il desiderio di urlare". E questo le è accaduto anche nel suo "viaggio di camminatrice" andando a pedi da Santa Maria di Leuca a Santiago di Compostela, durante il quale lungo percorso ha fatto incontri anche di apprezzamento sociale, eloquenti e istruttivi.
In realtà quello "dell'urlo impotente e di protesta" è l'immagine che Grazia Andriola ha utilizzato per caratterizzare il suo intervento nel salone delle riunioni del Circolo Ricreativo di via Ferraris, presentata da Franco Conti, neo presidente del Kiwanis Club di Vercelli, entrato in carica il 26 ottobre scorso.

Leggi tutto...

Distruggiamo l’inciviltà dello stalking

Franco Conti, dal 26 ottobre presidente del Kiwanis Club di Vercelli, il 9 novembre proporrà una prima conferenza al Circolo Ricreativo di via Ferrari, in realtà ribadendo l'attenzione per l'universo femminile, argomento anche dedicato nella precedente annata sociale 2016/2017. Infatti Grazia Andriola, che professionalmente si occupa di una disciplina parasanitaria, è stata invitata dal Kiwanis Club vercellese per un conferenza così intitolata: "Passi contro la violenza".
Grazia Andriola attiva in Brianza, dove risiede, ha aderito alla associazione sociale "White Mathilda" istituita nel 2010 e che prende nome dalla principessa Maja Mathilda che durante la antica civiltà sudamericana si era distinta per il sostegno alle donne di quella grande area geografica. Le fondatrici fra cui legali, psicologhe, esperte di sociologia nei primi anni Duemila avevano creato una associazione con compiti precisi: l'assistenza a donne, in famiglia e fuori, perseguitate dallo stalking nonché da maltrattamenti da parte degli uomini; stalking perseguito dal Codice Penale italiano e che, appunto per il perseguimento, necessita di una denuncia alla Autorità Giudiziaria da parte delle vittime femminili.

Leggi tutto...

Contano I fatti, non le parole

Franco Conti, già funzionario di un importante istituto bancario italiano, il 26 ottobre al Castello di Desana ha ricevuto la Campana simbolo della presidenza del Kiwanis Club di Vercelli, costituito più di 30 anni fa da un gruppo che intendeva svolgere una azione a favore della comunità vercellese e del territorio. In questo trentennio l'intento è stato mantenuto con interventi a favore del sociale, della cultura e dello sport. Luciana Berruto, dirigente del comune di Vercelli, prima alla cultura quindi al patrimonio, nella sua gestione conclusasi con il passaggio della Campana, ha dedicato tutto l'anno della sua presidenza all'apporto femminile alla Comunità, con conferenze e il ruolo professionale e dirigenziale affidato alle donne.

Leggi tutto...

Franco Conti nuovo presidente del Kiwanis Club di Vercelli

Con il "passaggio della campana", simbolo della presidenza del Kiwanis Club, in Italia organizzato in club locali operanti sul territorio nazionale più la repubblica di San Marino, giovedì 26 ottobre entrerà in carica Franco Conti, ragioniere e già funzionario dell'Istituto Bancario San Paolo. Alla cerimonia di insediamento al castello di Desana, sarà presente il governatore nazionale dottor Giuseppe Cristaldi, notaio in Cremona.
Franco Conti, che rimarrà in carica nell'anno sociale 2017/2018 secondo la prassi kiwaniana prevista dal suo statuto, succede alla dottoressa Luciana Berruto, funzionaria del comune di Vercelli che si è occupata degli affari sociali municipali, quindi della cultura e di parte del patrimonio comunale. L'attività kiwaniana di Luciana Berruto si è distinta nei dodici mesi 2016/2017 per l'attenzione al lavoro e alle professioni femminili nel Piemonte Orientale.

Leggi tutto...

I ragazzi sempre vittoriosi della Rosa Blu

La "Rosa Blu onlus" associazione sportiva di Vercelli ha vent'anni. Nicoletta Storchio Brunetti, che ne parlerà il 28 settembre al Kiwanis Club di Vercelli, la istituì nel 1997 con un preciso proposito: dare tutto la spazio possibile ai diversamente abili che vogliano praticare gli sport olimpici: atletica, bocce, tennis, equitazione... Nel contesto di Special Olimpics, fondata nel 1968 negli Usa da Eunice Kennedy Shiver, diffusasi in 170 stati del mondo con decine di migliaia di atleti che partecipano con successo alle Paraolimpiade i ragazzi della "Rosa Blu onlus" di Vercelli hanno partecipato a gare nazionali in due edizioni a Biella nel 2008 e nel 2012 nonché a competizioni internazionali, sempre classificandosi nelle prime posizioni. La Rosa Blu, che ha agito con un'altra istituzione assistenziale cittadina che si occupa di adolescenti diversamente abili, è anche considerata in modo speciale dalla Pro Vercelli che, in più occasioni, ha contribuito con un suo apporto finanziario. La filosofia della Rosa Blu, anche filosofia di Special Olimpics, è sintetizzata in questo slogan: che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze.

Leggi tutto...