Un anno tutto in rosa

La presidenza del Kiwanis Club di Vercelli è passata da Rachele Orsani, in carica nell’anno sociale 2015/2016, a Luciana Berruto, che reggerà l’incarico per l’anno sociale 2016/2017. Il “passaggio della campana” (nel rituale sociale così è denominato il trasferimento degli incarichi dirigenziali al Kiwanis, istituito nel 1915 negli Stati Uniti) è avvenuto giovedì 27 ottobre scorso nel salone delle riunioni del Circolo Sociale, durante una cerimonia affollata, con la partecipazione delle autorità cittadine e quelle kiwaniane che socialmente hanno scandito gli ultimi decenni, dopo la fondazione del club a Vercelli.
Erano presenti Maria Rosa Trio, prefetto di Vercelli, Rosanna Lavezzaro, questore di Vercelli, Maura Forte sindaco della città, gli assessori comunali Daniela Mortara e Andrea Raineri.

Leggi tutto...

I figli, primavera della famiglia e della società

Il Kiwanis Club di Vercelli, nell’anno sociale 2015/2016, presieduto da Rachelina Orsani, ha bandito un concorso riservato ai bambini della scuola dell’infanzia e delle scuole primarie. Gli elaborati in estate sono stati esaminati da una commissione del Kiwanis e, come ha fatto rilevare Rachelina Orsani, “il giudizio è stato unanime”. Giovedì 13 ottobre, al Circolo ricreativo di Vercelli, in via Ferraris, i disegni e gli scritti partecipanti sono stati premiati. Alla cerimonia sono intervenuti gli allievi con i loro genitori e i loro insegnanti. L’incontro con la scuola, i bambini, gli insegnanti e le direzioni didattiche non ha molti precedenti a Vercelli e sul suo territorio. Come hanno fatto rilevare il dirigente scolastico Gianfranco Crivellari e il dirigente Antonio Catania, (il provveditore agli studi, prima delle numerose riforme scolastiche), i bambini e i loro insegnanti  hanno risposto all’invito del Kiwanis Club di Vercelli “con passione”, la condizione primaria che permea l’insegnamento. “Questo – ha sottolineato Gianfranco Crivellari - è “buona scuola”. E con una notazione sociologica, ha aggiunto che il lavoro dei docenti è più complicato di un tempo perché le giovani generazioni sono più effervescenti e hanno una netta personalità individuale. Questi concetti sono, in parte, stati ripresi dal dirigente Antonio Catania sempre disponibile a sorreggere nelle scuole le iniziative di cultura e di modernità dei club di servizio come il Kiwanis, in numero elevato generate nell’ambito della società civile.

Leggi tutto...

Psicologia nell’universo maschile

La psicologia è per le comunità un nuovo riferimento intellettuale. Dopo Sigmund Freud e la sua scuola con tanti allievi e interpretazioni, la figura dello psicologo figura nelle équipe che si interessano di lavoro, di assistenza in caso di disastri e catastrofi, a scuola, nel rapporto tra l'infanzia e gli adulti.
Giovedì 22 settembre, dopo la pausa estiva, il Kiwanis Club di Vercelli riprende a proporre temi culturali che riguardano le nostre comunità. La presidente Rachele Orsani, cui in autunno succederà Luciana Berruto, prende spunto dall'ultimo volume dello psicologo biellese Stefano Ramella Benna per parlare di psicologia, una disciplina scientifica per molti versi ancora poco nota ai più. Lo psicologo Ramella Benna, 48 anni e laureatosi a Torino, nel suo saggio "Per voce maschile" racconta quello che da terapeuta incontra nell'universo maschile più complicato di quello che appare superficialmente.

Leggi tutto...

Un vino medioevale che viene da lontano

Gionata Venesio, giovane manager del vino che vive a Rosignano Monferrato appena sopra Casale, ha 46 anni e appartiene alla terza generazione di quelli che come business raffinato si occupano di educazione alimentare e di enologia. Un tempo era il primato dei francesi, adesso battuto dagli italiani con tutti i doc e i bianchi trevigiani i quali pretendono di battere lo champagne. Il Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani il 30 giugno lo ha invitato a Vercelli perché al Circolo Ricreativo parli della sua passione: lo champagne che ha una lunga storia da un punto di vista enologico e della “chimica buona”. Questo vino, con le sue bollicine sviluppa anidride carbonica in grande quantità che, anche esplodendo in bottiglie prima della messa a punto del metodo del suo contenimento, gli conferisce sentori piacevoli in natura: profumi di bosco, di mandorle tostate e di quell’asprigno che alla fine per i bevitori raffinati diventa più che amabile.

Leggi tutto...

Per la febbre dei campi attenti all’airone cinerino

Il professor Franco Carcò, già primario del reparto di malattie infettive dell'Ospedale Sant'Andrea, giovedì 9 giugno al Circolo Ricreativo di Vercelli ha parlato delle malattie infettive che, senza profilassi, ci aspettano a causa della globalizzazione e degli spostamenti sulla Terra per lavoro o per turismo. La serata, assai seguita dato l'argomento anche alla vigilia delle vacanze in Italia e all'estero, è stata promossa dal Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani. Il conferenziere è molto noto per il suo lavoro professionale e per le sue migliaia di pubblicazioni sulle malattie infettive: dalle più banali influenze all'ebola e alla Zica Virus, un morbo che riguarda le donne incinte e che minaccia di compromettere le olimpiadi in Brasile per il timore del contagio.
La conferenza di Carcò si è conclusa con due figure significative della situazione: un grande aereo con il quale ormai andiamo in ogni punto del globo; e un barcone carico di migranti che raggiungono l'Europa e le nostre coste. A proposito dei migranti, va osservato che il richiamo ad essi è soltanto scientifico, in relazione alle malattie che con i migranti anche trasmigrano. Infatti, è stato osservato che in Europa, dove la tubercolosi era stata debellata, sono comparsi ceppi nuovi più difficili da curare e dove il contagio è ritornato possibile.

Leggi tutto...

Attenti alle zanzare portatrici del Zika Virus

La globalizzazione economica, desinata a dilatarsi con l'allargamento della grande area commerciale Stati Uniti-Unione Europea che riguarderà circa un miliardo di consumatori, potrebbe ancor più regalarci patologie e febbri, in realtà fino a qualche anno fa sconosciute in Europa e in Occidente. Questa constatazione è stata ulteriormente rilevata dagli agronomi che hanno scoperto nei vegetali e negli allevamenti distruttrici forme patologiche un tempo sconosciute, portate dagli aerei e dalle merci. Questa realtà ignota ha indotto ad abbondare nei fitofarmaci che più inquietano l'opinione pubblica e nel DDT con tracce rinvenute nei ghiacciai del Polo e in ogni angolo della Terra.
Ma questo scenario, con i confini non ancora ben definiti, dalle autorità sanitarie mondiali, è sotto controllo da diversi anni. E la materia complessa è studiata a fondo dagli infettivologi i quali comprendono anche le comuni influenze che hanno indotto a vaccini efficaci e all'inizio di ogni autunno a campagne di prevenzione anche per evitare conseguenze dannose ai bambini e alle persone anziane.
Il tema, che appunto riguarda i bambini, giovedì 9 giugno sarà sviluppato, su invito del Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani, dall'infettivologo professor Franco Carcò. Il professor Carcò parlerà di "Nuove epidemie, che cosa ci riserva il futuro".

Leggi tutto...

Il WE BUILD 2016 del Kiwanis Club nella cerimonia al museo Leone conferito all’Istituto Cavour, fucina della classe dirgente dei geometri e ragionieri del Vercellese

Il We Build, noi costruiamo, prestigioso riconoscimento alle persone o alle istituzioni che si sono rese meritevoli presso la Comunità della loro attività e del ruolo sociale rivestito, è stato conferito all’Istituto Camillo Cavour, scuola superiore  dalla  quale da 162 anni - istituzione nel 1854 - escono ragionieri e geometri, “ossatura” per tanti decenni della classe  operativa e dirigente del Vercellese. Il premio annuale, è conferito a persone, gruppi o istituzioni che nell’ambito territoriale, si sono distinti per la loro opera e per iniziative economiche, sociali e assistenziali. Il We Build, istituito negli anni Venti negli Usa, appena cinque anni dopo la costituzione del Kiwanis International - avvenuta a Detroit per impulso di Allen S.Browne e Joseph G. Prance il 21 gennaio 1915 - alla unanimità è stato conferito dall’assemblea annuale del Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani, avvenuta il 28 aprile scorso.
Questa la motivazione ufficiale incisa sulla targa che giovedì 26 maggio al Museo Leone sarà consegnata ai rappresentanti della scuola, guidata dal dirigente scolastico professor Vincenzo Guarino: “all’Istituto Camillo Cavour per ragionieri e geometri che da 162 anni costruisce per le giovani generazioni per Vercelli, per il Piemonte”.

Leggi tutto...

Piemonte e il vino globalizzato

Il Piemonte, dalla fine dell’Ottocento, ha due riferimenti economici fondamentali che assicurano il lavoro : la Fiat, che si è allargata agli Stati Uniti e che ha recentemente presentato il nuovo modello dell’Alfa Romeo la quale dovrebbe risollevare le sorti meridionali; e la Martini&Rossi, che, dalla fine del XIX Secolo, ha affrontato il mondo, “globalizzando il vino”.
Con questi presupposti, che fanno auspicare la crescita anche durante la crisi il Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani, ha considerato l’economia una sua finalità anche in relazione a Vercelli e al Piemonte, aggiunta all’altro obbiettivo basilare a tutela dei bambini e degli adolescenti. E per esemplificare l’importanza della economia territoriale che per espandersi necessita della globalizzazione, giovedì 12 maggio ha inserito nel suo programma annuale la visita a Pessione, vicino a Torino, al Museo Martini di storia della enologia nonché agli impianti industriali della Martini&Rossi, del Gruppo statunitense Bacardi.

Leggi tutto...

Ti parlo della mia famiglia

Il Kiwanis Club di Vercelli, presieduto da Rachele Orsani, congiuntamente con l’Ufficio Scolastico Provinciale, diretto da Antonio Catania, ha di recente bandito un concorso riservato alle scuole primarie e alle scuole secondarie di 1° grado della Provincia. Del concorso sono stati informati dall’autorità scolastica tutti gli istituti, proponendo per le scuole primarie lavori di singoli, di gruppo, di classe o interclasse costituiti da disegni grafici ispirati a questo tema: Ti parlo della mia famiglia. Alle scuole secondarie di primo grado sono state richieste composizioni scritte di singoli e di classe ispirati all’argomento. Il bando di concorso ha anche ammesso elaborati audio/video. I lavori stanno affluendo all’ufficio provinciale scolastico.
La scelta del tema Ti parlo della mia famiglia è connesso alla “Giornata della Famiglia” che sarà celebrata domenica 15 maggio. Anche per il Kiwanis Club la famiglia è un pilastro fondamentale delle Comunità, ugualmente fondamentale per i bambini e gli adolescenti che hanno il diritto di crescere in armonia. E il Kiwanis International fondato nel 1915, di cui il club vercellese è parte attiva, fra i compiti statutari comprende le iniziative a tutela dei bambini e degli adolescenti.

Leggi tutto...

Martini&Rossi, colonna della economia, della comunicazione e della cultura italiane

di Enrico Villa
Dall’Alta Langa - a cavallo tra le province di Asti e di Cuneo, che a Doha il 22 giugno 2014 l’Unesco ha dichiarata “Patrimonio dell’umanità”- provengono fra i più importanti vini doc e docg Italiani. Qui nella Martini&Rossi, che da queste terre viene e che dal 1963 fa parte del Gruppo multinazionale Bacardi, si respira da sempre una atmosfera di globalizzazione economica e di export. E qui la Martini&Rossi, fondata nel 1863, ha a San Stefano Belbo un suo stabilimento. Gli altri, come la “casa madre” sono a Pessione, vicino a Chieri, che il Kiwanis Club di Vercelli, ha scelto di visitare giovedì 12 maggio, con lo scopo di approfondire l’importanza di una delle più grandi imprese internazionali del settore. Le altre strutture produttive della Martini&Rossi sono a Milano, Torino e altrove nel Monferrato e nell’alta Langa.

Leggi tutto...